Jump to main content
Vota il tuo giocatore delle Series

Vota il tuo giocatore delle Series

Vota il tuo giocatore delle Series

L’inaugurale Autumn Nations Series si è svolta in grande stile con 20 avvincenti partite in quattro settimane mentre i migliori degli Emisferi nord e sud si sono scontrati in una serie di testa a testa.

C’erano un sacco di campioni di spicco mentre Inghilterra, Francia e Irlanda hanno completato autunni perfetti, mentre anche giocatori di livello di Sud Africa, Scozia, Galles e Nuova Zelanda hanno avuto i loro momenti. Restringere l’elenco dei candidati per il ruolo di Giocatore delle Series a soli sei nomi non è stato un compito facile, ma ci siamo riusciti e ora puoi dire la tua su chi dovrebbe ottenere il premio.

Caelan Doris (Irlanda)

Caelan Doris è stata la dinamo dell’Irlanda che ha battuto Giappone, Nuova Zelanda e Argentina per completare una perfetta Autumn Nations Series. I 36 carry che ha effettuato in tutta la serie sono stati più di tutti i giocatori, mentre ha anche raggiunto un numero di 99 ruck effettuate mentre il suo motore implacabile ha spinto la sua squadra in avanti. Il suo pezzo forte è stata la prestazione nella vittoria 29-20 sugli All Blacks quando è saltato fuori ovunque per completare 12 placcaggi, portare l’ovale per 84 metri, battere due difensori e in generale dare fastidio mentre vinceva meritatamente il premio di Giocatore del match nella terza vittoria in assoluto dell’Irlanda contro la Nuova Zelanda.

Antoine Dupont (Francia)

Molto probabilmente il miglior giocatore di rugby al mondo – certamente il favorito per vincere almeno il Player of the Year maschile ai prossimi World Rugby Awards – la leggenda di Antoine Dupont è cresciuta anche nelle Autumn Nations Series. Il fatto che abbia una capacità ineguagliata da qualsiasi mediano di mischia, o forse da qualsiasi giocatore, nel rugby mondiale era già noto, ma la sua leadership è emersa quando ha preso la fascia di capitano al posto dell’infortunato Charles Ollivon e ha portato la Francia a un record perfett , compresa una storica vittoria sugli All Blacks. Quattro anni dopo il suo primo test, quando era il miglior giocatore in campo nella sconfitta contro la Nuova Zelanda, si è assicurato che la stessa avversaria fosse trafitta a Parigi l’ultimo fine settimana con otto difensori battuti. conteggio francamente ridicolo per un numero 9 e il secondo in una partita contro gli All Blacks da quando Opta ha iniziato a registrare i dati nel 2019. Il suo gioco semplicemente non ha debolezze riconoscibili.

Player of the Series

Google Ad – 300×250

Eben Etzebeth (Sudafrica)

La campagna sudafricana delle Autumn Nations Series potrebbe essersi conclusa con una nota stonata con la sconfitta all’ultimo respiro contro l’Inghilterra, ma di certo non è stato per la mancanza di sforzi di Eben Etzebeth. La seconda linea ha giocato a tutto campo per gli Springboks, realizzando sette carry per 46 metri (secondo della squadra) e anche in cima alla classifica sudafricana per i placcaggi, con 13. Ha usato tutta la sua esperienza da veterano per rubare una rimessa laterale cruciale che ha quasi fatto naufragare le speranze di vittoria dell’Inghilterra, mentre la sua fisicità e la sua potenza pura hanno aiutato il pack della sua squadra a dominare il secondo tempo. È stato il tipo di esibizione che Etzebeth ha prodotto durante tutte lw Autumn Nations Series mentre guidava i campioni del mondo alle vittorie su Galles e Scozia prima della sconfitta dell’ultimo round.

Romain Ntamack (Francia)

Cambiando ruolo tra primo centro e mediano d’apertura, Romain Ntamack è stato un’arma per la Francia, indipendentemente dalla posizione in cui è stato schierato. Ancora è da capire se l’asse Matthieu Jalibert-Ntamack 10-12 per i Bleus potrà essere un’arma nel futuro, ma quando Ntamack è tornato a mediano d’apertura per la partita contro gli All Blacks, è stato ipnotizzante. La sua meta nel primo tempo è stata una cosa meravigliosa, si è incastrato perfettamente con il compagno Antoine Dupont al numero 9 e il suo break dall’interno dell’area di meta della Francia per trasformare la difesa in attacco è stato un momento di abilità che pochi giocatori hanno tra le loro armi, ed è stato probabilmente il momento clou dell’intera Autumn Nations Series. Una delle più grandi prestazioni del mediano d’apertura da quando è diventato davvero maggiorenne in maglia blu.

Marcus Smith (Inghilterra)

L’uomo che ha messo a segno il calcio che ha completato la missione di vendetta per la finale della Coppa del mondo di rugby 2019 è il primo di due stelle inglesi in lizza per Player of the Series. In vista delle Autumn Nations Series, l’eccitazione per Marcus Smith che ha avuto la sua chance al numero 10 era palpabile e ha più che confermato le attese con una serie di prestazioni fantastiche punteggiate da momenti di atletismo inventivo e creativo. Il suo calcio dalla piazzola, evidenziato dal piazzato all’ultimo respiro per battere gli Springboks sabato, è stato impeccabile.

Freddie Steward (Inghilterra)

Parlando di esordienti di altissimo livello, ecco Freddie Steward. L’Inghilterra ha scoperto una stella indiscussa nell’estremo ventenne, la cui brillante capacità di portare la palla e la notevole compostezza sulle palle alte sembrano avergli prenotato la maglia n. 15 per il prossimo futuro nonostante solo una manciata di test giocati. Le sue mete contro Australia e Sudafrica, entrambe con la nomina a Player of the Match, hanno aiutato l’Inghilterra a conquistare tre vittorie su tre mentre una percentuale di palloni presi del 90% durante le Autumn Nations Series ha mostrato la sua incredibile abilità aerea.

Previous Story Crowley fa sette cambi all’Italia per il test con l’Uruguay
Next Story La star irlandese Caelan Doris è stato incoronato miglior giocatore delle Series

More News

Caelan Doris comes up against Mateo Carreras

La star irlandese Caelan Doris è stato incoronato miglior giocatore...

21 hours ago
Vota il tuo giocatore delle Series

Vota il tuo giocatore delle Series

25th Nov 2021
Kieran Crowley with the media ahead of the game

Crowley fa sette cambi all’Italia per il test con l’Uruguay

18th Nov 2021