Jump to main content
Smith: segnali positivi ma ancora margini di miglioramento

Smith: segnali positivi ma ancora margini di miglioramento

Smith: segnali positivi ma ancora margini di miglioramento

Franco Smith ritiene che l’Italia stia andando nella giusta direzione, ma ha espresso le sue frustrazioni dopo aver visto la sua squadra consentire alla Scozia di rimontare per vincere 28-17 nella gara di apertura della Autumn Nations Cup.

Nonostante siano entrati in partita da sfavoriti, gli azzurri hanno dominato gran parte della gara a Firenze, portandosi in vantaggio 11-7 nel primo tempo dopo un’impressionante marcatura di Matteo Minozzi, e sei punti dal piede di Paolo Garbisi, mentre la Scozia ha marcato una meta con Duhan van der Merwe.

Il vantaggio è cresciuto di nuovo quando Garbisi ha aumentato il suo bottino, e sebbene il mediano d’apertura della Benetton avrebbe poi calciato altri tre punti, gli ospiti hanno portato a casa il bottino grazie alle mete nel secondo tempo di Zander Fagerson, Scott Cummings e George Turner. Sebbene l’Italia abbia dimostrato di potersela giocare con una squadra che ha battuto i campioni del Guinness Sei Nazioni quest’anno e il Galles nella loro partita precedente, Smith è chiaro che i suoi devono imparare a combattere fino al fischio finale per vincere.

“Sono soddisfatto delle prospettive a lungo termine della squadra – la delusione viene dal risultato”, ha detto il 48enne. “Andiamo bene fino a un certo punto, ma poi perdiamo fiducia quando qualcosa va storto. Abbiamo fatto grandi passi avanti e stiamo crescendo, ma c’è molto da imparare dagli ultimi 20 minuti di questa partita. Tutto sommato, abbiamo perso nei nostri 22. Quando sono entrati in quella zona, sono usciti con punti e a questo livello non è abbastanza. Sappiamo che affronteremo sempre le squadre davanti a noi in classifica e sta a noi migliorare ulteriormente”.

Il capitano Luca Bigi ha giocato 46 minuti a tallonatore e ha ribadito la convinzione del suo allenatore che l’Italia stia migliorando costantemente, ma ha bisogno di trovare il livello successivo per porre fine a una serie di sconfitte che risale alla Coppa del Mondo di rugby 2019. Uno scontro casalingo contro le Fiji è in serbo per l’Italia, prima dell’ultima partita del Gruppo B in trasferta in Francia e di una partita finale per determinare la posizione generale della Autumn Nations Cup. La stella delle Zebre ha aggiunto: “Sapevamo quanto fosse forte la mischia scozzese e ci siamo concentrati su questo. È stata una partita positiva per la maul e abbiamo mostrato segnali di miglioramento. Adesso però dobbiamo ripetere questa prestazione per tutta la durata della partita. La coerenza a questo livello per 80 minuti è fondamentale. Il passo avanti è stato fatto, ma non possiamo essere felici “.

Tags:

Previous Story Giulio Bisegni dà l’addio alla maglia azzurra
Next Story Bigi: L’Italia deve fornire una performance completa per 80 minuti

More News

Caelan Doris comes up against Mateo Carreras

La star irlandese Caelan Doris è stato incoronato miglior giocatore...

30th Nov 2021
Smith: segnali positivi ma ancora margini di miglioramento

Vota il tuo giocatore delle Series

25th Nov 2021
Kieran Crowley with the media ahead of the game

Crowley fa sette cambi all’Italia per il test con l’Uruguay

18th Nov 2021